Elenco dei prodotti per produttore Lazzari Azienda Agricola

Le sfide dei Lazzari



Dopo un centinaio di anni di puro divertimento hanno deciso che la viticoltura diventasse una vera professione, mantenendo però il coinvolgimento emotivo che caratterizza gli hobby e le passioni.


shapeimage_1.png


Sono 3 gli obiettivi che, da quando i Lazzari hanno iniziato, cercano di perseguire ogni giorno:


Capriano del Colle a chi?! 

All’inizio degli anni ’90 Capriano del Colle era una denominazione considerata ancora di bassa qualità, conosciuta per la produzione di vini da battaglia e di uve alloctone. Era necessario un approccio che dimostrasse cosa si poteva produrre sul Montenetto, nella denominazione del Capriano del Colle DOC. A questo è stato in seguito aggiunto un supporto alla bevibilità abbattendo il contenuto di solfiti.

Essendo sempre rimasta al di fuori dei processi di “industrializzazione” del vino non furono mai eseguite approfondite ricerche agronomiche; questo ci ha portato nel 2001 a recuperare due cloni locali di uva marzemino. 

Le ricerche sulle varietà di uva ancora da scoprire sul Montenetto non si fermano...


La prova: 
La sfida per la qualità ci ha portato ad essere i produttori di Capriano del Colle DOC più premiati a livello nazionale e internazionale.


shapeimage_1.png

Tutto ciò che non si può leggere nel bicchiere




Famiglia



  1. Il cascinale in cui risiede la cantina venne costruito intorno al 1890 da Pasquale Lazzari, padre di Fausto. Tutt’ora l’intera famiglia Lazzari vive in questo stesso cascinale.




  2. Fausto nato nel 1932 continua imperterrito a presenziare in cantina a supporto del resto della squadra e non ha nessuna intenzione di fermarsi.




Cantina



  1. La maggior parte della cantina, che include l’identificativa torre e la sala degustazioni, è stata costruita solo nel 2005.




  2. La torre presente nella cantina è stata eretta per richiamare le etichette precedentemente utilizzate per i vini prodotti.




  3. La cantina di produzione è indipendente dal punto di vista energetico grazie ad un impianto fotovoltaico che copre completamente i fabbisogni della cantina.




  4. Questo permette lo sfruttamento della stessa energia per stabilizzare i vini con il freddo, evitando massicci impieghi di derivati chimici.




Vini



  1. Oltre a seguire i canoni della Agricoltura Biologica in vigna e la limitazione dell’utilizzo di prodotti di origine chimica in cantina, stiamo riducendo al minimo l’utilizzo dei solfiti non credendo tuttavia nell’eliminazione totale degli stessi tramite la sostituzione con altri prodotti.




  2. Scannerizzando con uno smartphone il QR code sul retro della bottiglia è possibile leggere l’intera scheda tecnica relativa al vino posseduto, la quale include anche l’esatto contenuto in solfiti.




  3. Il Capriano del Colle DOC Bianco Lazzari è stato dedicato a Fausto, irriducibile bianchista, in quanto egli non beve nessun altro vino all’infuori di questo.




  4. L’avvio dell’utilizzo della tecnica del diradamento nel 2003 per la produzione del Riserva degli Angeli ha creato una notevole tensione all’interno della famiglia Lazzari poiché Fausto non accettava l’idea di gettare buona parte della produzione al fine di migliorare la qualità. Il risultato gli ha fatto cambiare idea.



Mostrando 1 - 7 di 7 articoli
Mostrando 1 - 7 di 7 articoli